Le Chiese di Brescia: le due bellissime due Cattedrali

Brescia mostra ai turisti molti edifici religiosi di grande interesse che soddisfano le aspettative degli appassionati di diversi stili architettonici ed artistici, siano essi cultori di piccoli gioielli antichi e moderni o di maestosi luoghi dedicati al culto. 

La città lombarda vanta ben due edifici che si fregiano del titolo di Duomo, la Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta e la Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta, i quali si trovano l'uno accanto all'altro in Piazza Paolo VI.

Il Duomo Vecchio, chiamato anche Rotonda per la sua originale forma a pianta circolare, è uno splendido edificio romanico eretto nell'XI secolo che contiene al suo interno grandi capolavori.

Tra i tanti ricordiamo il sarcofago del vescovo e primo Signore di Brescia Berardo Maggi, che accoglie i turisti all'entrata, e i dipinti del Moretto e del Romanino, noti pittori bresciani del Cinquecento.

Accanto al Vecchio troviamo il Duomo Nuovo iniziato nel 1604 e terminato non prima del 1825, in ragione di lunghe riflessioni sul progetto cui far riferimento per rendere magnificente la Chiesa principale dei bresciani.

In oltre 200 anni si sono succeduti molti artisti che hanno contribuito al capolavoro con l'esterno splendente, in marmo bresciano proveniente dal paese di Botticino, e gli interni a croce greca e a una sola navata, la quale è illuminata da una magnifica cupola. 

La città con due Cattedrali offre ai turisti anche molte altre Chiese grazie alle quali è possibile ripercorrere la storia di Brescia tra capolavori artistici e architettonici. Antichissimo è il Convento di Santa Giulia con la sua Chiesa di San Salvatore, eretti a metà dell'VIII secolo per volere duca longobardo Desiderio ed inclusi tra i patrimoni mondiali Unesco.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi è, invece, un capolavoro tardo gotico in pietra grezza, mentre la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli è un trionfo rinascimentale in candido marmo di Botticino, così come la cinquecentesca Chiesa di San Giuseppe, ricca di cappelle e di sepolcri.

Il barocco brilla nella Chiesa dei Santi Faustino e Giovita (i due patroni di Brescia) edificata nel Seicento e con all'interno dipinti di grandi artisti tra i quali il Tiepolo, ed il neoclassico trova una sua sublime espressione nella Collegiata dei Santi Nazaro e Celso, con all'interno capolavori di Tiziano e del Moretto.  

 

Mercatini di Natale